IMMIGRAZIONE
 
Immigrazione: Cedu rileva violazioni diritti umani per cinque minori in Grecia
 
 
Atene, 13 giu 15:57 - (Agenzia Nova) - La Corte europea dei diritti dell'uomo (Cedu) ha dichiarato che la Grecia ha sottoposto cinque minori migranti non accompagnati a trattamenti inumani e degradanti e ha violato il loro diritto alla libertà e alla sicurezza. Secondo quanto riferito dal quotidiano di Atene “Kathimerini”, i giovani, che erano cittadini afghani, sono entrati in Grecia come minori migranti non accompagnati nel 2016, quando avevano tra i 14 ei 17 anni. I minori hanno affermato di essere fuggiti dall'Afghanistan perché temevano per la loro vita come membri della minoranza religiosa ismailita. A febbraio del 2016 sono stati fermati dalla polizia e costretti a lasciare il paese entro un mese. Alcuni di loro hanno tentato di attraversare il confine tra Grecia e Macedonia del Nord ma sono stati fermati dalle guardie di frontiera per poi essere finiti in custodia cautelare. Tutti hanno presentato domanda di asilo nel marzo 2016 e due di loro hanno ottenuto la protezione a ottobre 2016 e gennaio 2017. La Cedu ha riscontrato che le condizioni di detenzione costituivano un “trattamento degradante”, in violazione dell'articolo 3 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo.
(Gra)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..