MESSICO
Mostra l'articolo per intero...
 
Messico: espulsi dal paese 76 cittadini cubani senza permesso di soggiorno (7)
 
 
Città del Messico, 15 giu 12:17 - (Agenzia Nova) - L'idea è quella di mostrare agli Usa - entro i prossimi 45 giorni - che con questa strategia si è quanto meno in grado di invertire la tendenza e far diminuire i flussi. Nel caso di insuccesso, le parti torneranno a sedersi al tavolo per esaminare nuovi possibili strumenti. Tra questi, l'ipotesi di rendere il Messico "terzo paese sicuro", una condizione che imporrebbe alla nazione latina di accogliere sul proprio territorio i migranti in attesa che sia verificata la richiesta d'asilo negli Usa. In precedenza Ebrard aveva detto che nel caso di fallimento Messico e Stati Uniti potrebbero considerare ulteriori misure per arginare il fenomeno, incluse misure volte a coinvolgere altri paesi, come Brasile e Panama. “Se le misure che stiamo proponendo non saranno efficaci dobbiamo discutere con gli Stati Uniti e altri paesi, come Guatemala, Brasile e Panama”, ha detto il ministro. “Abbiamo bisogno della loro solidarietà: di quella del Brasile, perché è il paese in cui arrivano i migranti extracontinentali; Panama perché è dove arrivano cubani e haitiani e Guatemala, perché è paese di transito per i migranti dall’Honduras e da El Salvador. E’ un sistema regionale”, ha dichiarato Ebrard. (Mec)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..