ALBANIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Albania: leader opposizione Basha, nessun passo indietro nelle proteste (7)
 
 
Tirana, 16 giu 18:01 - (Agenzia Nova) - Il premier ha riconfermato ancora una volta che la sua maggioranza "niente potrà spingerlo a rinunciare allo svolgimento delle elezioni il 30 giugno. Siamo obbligati ad accettare la scelta fatale dei nostri avversari quale il male minore, evitando di assumersi la responsabilità storica di accettare il male maggiore, mettendo così mine alle fondamenta dello Stato". Dall'altro canto anche la Commissione elettorale centrale, (Cec), l'organo incaricato all'amministrazione delle elezioni, ha deciso di respingere il decreto del capo dello Stato, ritenendolo "un atto amministrativo assolutamente invalido". Il presidente della Repubblica però ha avviato nel frattempo un processo di consultazioni con le forze politiche per stabilire la nuova data delle amministrative. Meta ha ribadito, nel corso di una conferenza stampa tre giorni fa, che "nella Repubblica d'Albania esiste una sola istituzione che proclama la data delle elezioni, e questa è la presidenza della Repubblica. E quindi non ci saranno elezioni in Albania, senza che ci sia prima un decreto da parte del presidente", ha ribadito il capo dello Stato, aggiungendo che a valutare la validità o meno dei suoi atti "è solo la Corte costituzionale". (segue) (Alt)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..