UE
 
Ue: Bagnai (Lega), se cerca incidente Tria deve dire fermo no, rischio atteggiamento mafioso
 
 
Roma, 16 giu 18:27 - (Agenzia Nova) - In questo momento, "c'è evidentemente bisogno di creare un incidente che tenga l'Italia sotto un sostanziale potere di ricatto: ti faccio la procedura, se tu non accetti una serie di cose. A questo atteggiamento ricattatorio, mafioso, se si dovesse vedere che l'attacco al nostro paese è pretestuoso, sono il primo a dire - ma lo farebbe senza che nessuno glielo dica - che il ministro Tria opporrebbe un fermo no": così il presidente della commissione Finanze del Senato, Alberto Bagnai, ospite di "1/2 in più", su Rai 3. Quanto ad una sua eventuale nomina a ministro per gli Affari europei, l'esponente della Lega ha risposto che "per quanto ne so, ad oggi sono fonti giornalistiche. Io in Senato sto molto bene, sto lavorando anche su temi europei. Non avrei, dunque, particolari reticenze né ambizioni, se mi verrà chiesto". Sulle sue tesi sull'uscita dall'Euro, Bagnai ha chiarito che "scientificamente non rinnego nulla di quello che ho scritto. Politicamente, però, devo tener conto del contratto di governo che sto contribuendo a realizzare". (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..