ITALIA-UCRAINA
Mostra l'articolo per intero...
 
Italia-Ucraina: sottosegretario Esteri Di Stefano, Roma sostiene percorso riforme Kiev
 
 
Roma, 13 giu 12:18 - (Agenzia Nova) - Il percorso di riforme che l’Ucraina deve percorrere dopo la “rivoluzione della dignità” è ancora lungo, ma l’Italia sostiene Kiev in questa strada da percorrere insieme. Lo ha affermato il sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano, intervenendo oggi a Roma al business forum Italia-Ucraina, ospitato da Confindustria. Il rappresentante della Farnesina ha sottolineato come la crescita economica dell’Ucraina sia costante, e l’appuntamento odierno abbia una chiara propensione verso il futuro. “L’interesse delle imprese italiane verso l’Ucraina è segno di un paese che nonostante le difficoltà resta al centro di una regione di enorme importanza”, ha aggiunto Di Stefano, sottolineando come l’Italia abbia un ruolo rilevante per gli investimenti e la collaborazione industriale. Per il sottosegretario esiste “un enorme potenziale negli scambi fra i due paesi, su cui stiamo investendo molte energie”. I segnali sono numerosi: non solo il business forum odierno, ma è già la quinta volta che si incontrano delegazioni dei due paesi negli ultimi anni, ma Confindustria ha aperto una sede territoriale in Ucraina. In quest’ottica, Di Stefano ha inteso ringraziare per il lavoro svolto nel sostegno agli scambi e nell'organizzazione dell’evento l’ambasciatore italiano a Kiev, Davide la Cecilia. “L’amicizia che ci lega non è solo politica ma anche fra i popoli. L’Italia fin dal primo momento è stata in prima linea per sostenere lo sviluppo socio-economico dell’Ucraina, con una presenza sostanziale nei programmi Ue e nelle istituzioni internazionali”, ha aggiunto il sottosegretario. “Non dimentichiamo le sofferenze della popolazione ucraina nelle regioni orientali”, ha proseguito, ricordando il sostegno fornito da Roma a Kiev negli ultimi tre anni, pari a 5 milioni di euro. (segue) (Frm)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..