NAGORNO-KARABAKH
 
Nagorno-Karabakh: rappresentante presidenziale Hajiyev, ritiro forze armate armene essenziale per risolvere conflitto
 
 
Roma, 28 mag 12:01 - (Agenzia Nova) - Il ritiro delle forze armate dell’Armenia dai territori occupati dell’Azerbaigian è l’unica soluzione possibile al conflitto del Nagorno-Karabakh. Lo ha detto Hikmat Hajiyev, capo del dipartimento per la politica estera dell’amministrazione presidenziale di Baku, durante la conferenza “La politica estera dell’Azerbaigian: opportunità e sfide” che si svolge oggi presso la sede della Sioi. Solo successivamente, ha detto il rappresentante presidenziale, sarà possibile procedere alla demilitarizzazione dei territori. Hajiyev ha parlato anche della crisi politica avvenuta in Armenia lo scorso anno che ha portato alla guida del paese il primo ministro, Nikol Pashinyan. Secondo il rappresentante presidenziale “la crisi politica in Armenia è stata inevitabile, in quanto il conflitto ha usurato il paese”. Hajiyev ha ricordato alcuni importanti passaggi storici dell’Azerbaigian, in particolare la costituzione nel 1918 della prima repubblica nell’oriente musulmano.

Il conflitto tra Armenia e Azerbaigian per l'area del Nagorno-Karabakh – territorio occupato dai militari di Erevan ma riconosciuto internazionalmente sotto la sovranità di Baku – è iniziato nel 1988, quando la regione autonoma del Nagorno-Karabakh ha chiesto il trasferimento dalla Repubblica sovietica dell'Azerbaigian a quella armena. Nel 1991 a Stepanakert – autoproclamatasi capitale – è stata annunciata la costituzione della Repubblica del Nagorno-Karabakh. Nel corso del conflitto, sorto in seguito alla dichiarazione di indipendenza, l'Azerbaigian ha perso de facto il controllo della regione. Dal 1992 proseguono i negoziati per la soluzione pacifica del conflitto all'interno del Gruppo di Minsk dell'Osce. L'Azerbaigian insiste sul mantenimento della sua integrità territoriale, mentre l'Armenia protegge gli interessi della repubblica separatista. La Repubblica del Nagorno-Karabakh, in quanto non riconosciuta internazionalmente come entità statale, non fa parte dei negoziati. (Les)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..