MEDIO ORIENTE
Mostra l'articolo per intero...
 
Medio Oriente: ambasciata palestinese a Roma, Trump continua a negare i nostri diritti
 
 
Roma, 15 mag 15:35 - (Agenzia Nova) - L’amministrazione statunitense e Israele non riconosco lo status dei rifugiati palestinesi così come non ammettono che i Territori palestinesi, compresa Gerusalemme Est, siano occupati illegalmente. E’ quanto si legge in un comunicato stampa diffuso oggi dall’ambasciata palestinese a Roma, in occasione del 71mo anniversario della “Nakba del popolo palestinese, dalla catastrofe che ha visto la nascita dello Stato di Israele senza quella dello Stato palestinese, promessa dalle Nazioni Unite con la risoluzione 181 del 29 novembre 1947”. Nel comunicato stampa si afferma: “Un anniversario che ci ricorda il massacro della popolazione civile palestinese compiuto per mano delle milizie sioniste prima e dopo la creazione dello Stato di Israele nel 1948, quando 531 villaggi furono rasi al suolo dalle bande armate di Stern, Irgun, Haganah e Palmach con l’obiettivo di terrorizzare la popolazione e costringerla ad abbandonare le proprie case, la propria terra. Sotto la minaccia delle armi, 800 mila palestinesi furono costretti a rifugiarsi altrove in Cisgiordania, a Gaza, e nei paesi arabi confinanti: Giordania, Siria, Libano e Iraq”. Secondo i dati forniti dalla rappresentanza diplomatica, oggi i rifugiati palestinesi superano i 7 milioni e la maggior parte di loro vive in campi profughi, spesso in condizioni disumane, nonostante la risoluzione 194 delle Nazioni Unite dell’11 dicembre 1948 sancisse già il loro diritto al ritorno. (segue) (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..