SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: ministro cipriota, obiettivo per il 2019 espansione base navale di Mari
Nicosia, 23 mag 15:00 - (Agenzia Nova) - Uno degli obiettivi principali del ministero della Difesa cipriota nel 2019 sarà pianificare l'espansione della base di Mari per poter ospitare navi della Marina militare francese. Lo ha dichiarato il ministro della Difesa cipriota, Savvas Angelides, durante una conferenza stampa. Angelides ha detto che l'espansione della base è legata a un accordo di cooperazione militare con la Francia. All'inizio di questo mese, Angelides ha firmato una lettera di intenti con la sua controparte francese Florence Parly. Il documento prevede l'uso della base navale Evangelos Florakis da parte delle Forze navali francesi. "La nostra preoccupazione è di avere questa infrastruttura che sarà utilizzata dalla Repubblica di Cipro, utilizzata dall'Ue come parte di questa politica e alla fine della giornata per chiarire a tutti che Cipro ha un ruolo da svolgere in questa regione", ha spiegato Angelides. Il ministro della Difesa cipriota Savvas Angelides e l’omologo francese Florence Parly hanno concordato lo scorso 15 maggio di consentire alla Marina militare francese di utilizzare una base navale a Mari, sulla costa meridionale dell’isola, per servire in modo permanente le sue navi da guerra. In un annuncio ufficiale citato dalla stampa cipriota, le due parti "hanno confermato per iscritto l'intenzione dei due paesi di cooperare al fine di rafforzare le capacità militari della Repubblica di Cipro e per un'ampia cooperazione strategica a vantaggio delle ‘forze navali’ dei due paesi”. Stando a quanto pubblicato, i due paesi cofinanzieranno la costruzione di una nuova area di attracco nella base navale di Evangelos Florakis a Mari per permettere alle navi militari più grandi di attraccare. I lavori di allargamento sarebbe già iniziati, secondo il portale di informazione "Politis.com.cy". Il centro operativo delle navi da guerra francesi sarà la portaerei Charles de Gaulle che pattuglia il Mediterraneo orientale. Angelides ha anche informato Parly sulle attività della Turchia all'interno della Zona economica esclusiva di Cipro e ha discusso le modalità per contrastarle. Il ministro francese ha ribadito il forte sostegno di Parigi verso Nicosia e condannato le attività della Turchia che, ha detto, ha violato il diritto internazionale e i diritti sovrani di Cipro. (Res)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..