MYANMAR
Mostra l'articolo per intero...
 
Myanmar: almeno 20 feriti in proteste contro un cementificio operato dalla Cina (5)
Naypyidaw, 16 mag 06:04 - (Agenzia Nova) - Si spiegano così, secondo Win, episodi come le massicce proteste contro il progetto cinese di una diga idroelettrica alla confluenza del fiune Irrawaddy, “principale arteria della vita socioeconomica di Myanmar”. Questi episodi, sostiene l’autore dell’editoriale, non sono una manifestazione di nazionalismo sciovinista o ambientalismo ideologico, quanto la richiesta, in parte condivisibile, di “una governance ambientale più professionale e trasparente” e attenta alle ricadute socio-economiche. Win conclude sottolineando anche la posizione delicata di Myanmar tra India e Cina, due potenze regionali rivali in un contesto globale sempre più multipolare. E conclude che al netto di queste problematiche Myanmar ha in comune con la Cina “più di molti altri paesi”, ed è consapevole dei benefici potenziali apportati dall’iniziativa cinese della nuova Via della seta. (segue) (Inn)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..