ENERGIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Energia: Cina, aumento import gas dal Kazakhstan per attenuare impatto guerra commerciale con Usa
 
 
Astana, 29 ott 2018 11:45 - (Agenzia Nova) - Le esportazioni annuali di gas dal Kazakhstan alla Cina raddoppieranno nel 2019, un’operazione che rientra nelle misure che le autorità di Pechino intendono adottare per attenuare l'impatto della sua guerra commerciale con gli Stati Uniti. Si prevede che il Kazakhstan invierà 10 miliardi di metri cubi di gas alla Cina l'anno prossimo, contro i 5 miliardi di metri cubi, sulla base di un accordo fra KazTransGas - compagnia di distribuzione nazionale del gas del Kazakhstan - e PetroChina International firmato il 12 ottobre. Pechino, riferisce "Asian Nikkei Review", sta cercando alternative ora che il gas naturale liquefatto è finito nella “guerra dei dazi” avviata da Washington e tenendo conto dell'instabilità geopolitica sulle rotte marittime nel sud-est asiatico, che potrebbe minacciare le forniture di Gnl del Medio Oriente. L'accordo quinquennale è diventato possibile dopo che tre stazioni di compressione ad alta tecnologia sono state costruite sul gasdotto Beyneu-Bozoy-Shymkent, lungo 1.484 chilometri, che attraversa il Kazakhstan da occidente verso sud: grazie alle tre stazioni, la capacità dell’infrastruttura energetica è passata da 5 a 15 miliardi di cubi metri. La pipeline si collega al gasdotto Asia centrale-Cina, che tocca i 1.833 chilometri, che invia gas dal Turkmenistan e dall'Uzbekistan in Cina attraverso Shymkent, in Kazakhstan. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..