USA
 
Usa: Assemblea di New York vota per rilascio dichiarazioni di Trump
 
 
Washington, 22 mag 21:31 - (Agenzia Nova) - L'Assemblea dello Stato di New York ha approvato un disegno di legge che consentirà al Congresso statunitense di ottenere le dichiarazioni statali dei redditi del presidente Donald Trump, che risiede nella Grande Mela. L'Assemblea ha votato 84 a 53 per richiedere al commissario per le politiche fiscali di New York di rilasciare qualsiasi dichiarazione statale dei redditi richiesta dalla commissione congiunta per il Fisco, dalla commissione Finanze del Senato e dalla commissione incaricata del fisco alla Camera (Ways and Means) per ogni "scopo legislativo specifico e legittimo". L'Assemblea ha inoltre votato 85 a 49 un emendamento al disegno di legge che indirizzava il dipartimento tributario di New York a fornire in particolare le dichiarazioni dei redditi dei funzionari eletti al Congresso dello Stato.

I Democratici del Congresso stanno cercando da tempo di ottenere l'accesso alle dichiarazioni dei redditi federali di Trump, ma il dipartimento del Tesoro si è finora rifiutato. La legislazione di New York consentirebbe allo Stato di consegnare le dichiarazioni statali di Trump alle commissioni del Congresso. I documenti potrebbero fornire uno sguardo senza precedenti sugli affari di New York di Trump, sul suo reddito e su altre informazioni finanziarie personali, secondo gli esperti legali.

Secondo un documento riservato dell'Internal Revenue Service (Irs), l’agenzia delle entrate statunitense, ottenuto dal quotidiano “Washington Post”, le dichiarazioni dei redditi del presidente Trump dovranno essere consegnate al Congresso federale a meno che il presidente non invochi il privilegio esecutivo. Secondo la nota dell'Irs, la divulgazione delle dichiarazioni dei redditi alla commissione "è obbligatoria”, e "l'unica base del rifiuto dell'agenzia nel rispettare la citazione di una commissione sarebbe l'invocazione della dottrina del privilegio esecutivo". Il privilegio esecutivo è il principio che consente al presidente di non divulgare informazioni o delibere dell'amministrazione nell'interesse pubblico. Venerdì scorso il segretario al Tesoro Steven Mnuchin ha rifiutato di consegnare le dichiarazioni dei redditi di Trump, nonostante la citazione della commissione "Ways and Means" della Camera. Per Mnuchin non esiste uno "scopo legislativo legittimo" nel voler ottenere quelle dichiarazioni dei redditi.   (Was)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..