TURCHIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Turchia: vicepremier Kurtulmus, potrebbero esserci servizi segreti stranieri dietro l'attentato di capodanno a Istanbul (3)
 
 
Ankara, 05 gen 2017 09:55 - (Agenzia Nova) - L’attentatore sarebbe stato accolto a Konya da un gruppo jihadista e avrebbe affittato una casa nella provincia. Secondo il quotidiano “Yeni Safak”, il giovane era noto con il nome in codice di “Abu Muhammed Horasani” e, in base ad informazioni riportate da un altro quotidiano turco sarebbe riuscito a fuggire dal luogo dell’attentato fingendosi ferito. Il quotidiano filogovernativo turco “Daily Sabah” riferisce che l’attentatore, prima di raggiungere il Reina la notte di capodanno, avrebbe chiamato dal taxi sul quale si trovava a bordo un leader jihadista locale, Yusuf Hoca, il quale gli avrebbe dato l’ordine di portare a termine l’atto terroristico. La polizia, nel frattempo, ha stabilito che l’attentatore è entrato in Turchia con un passaporto falso sia nel 2014 che nel 2015. (Tua)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..