GOLFO
 
Golfo: ministro emiratino Gargash, nessuna fretta nelle indagini su sabotaggio navi
Abu Dhabi, 22 mag 15:28 - (Agenzia Nova) - Gli Emirati Arabi Uniti ritengono che l’inchiesta sul "misterioso sabotaggio" di quattro navi nel Golfo richieda "il tempo necessario" e si aspettano un "risultato imparziale" dalle indagini. A dirlo è stato il ministro di Stato emiratino con delega agli Affari esteri, Anwar Gargash, parlando a Dubai in merito all’attacco del 12 maggio scorso contro quattro navi commerciali, tra cui due petroliere saudite, al largo dell’emirato di Fujairah. Il paese del Golfo ha invitato esperti provenienti da Stati Uniti, Francia e Norvegia a partecipare alle indagini "professionali e trasparenti” su questo atto che ha riacceso le tensioni nel Golfo. “Dobbiamo stare molto attenti a lanciare accuse”, ha detto Gargash a Dubai, spiegando che i risultati dell’inchiesta saranno noti "nei prossimi giorni". "Le indagini in corso riflettono l'interesse della Comunità internazionale per proteggere la navigazione, il commercio internazionale e le forniture di petrolio", ha dichiarato di Stato emiratino. "Le indagini, che coinvolgono diversi paesi, richiederanno il tempo necessario", ha aggiunto. Ieri, 21 maggio, il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, ha affermato che è "abbastanza probabile" che sia l'Iran il responsabile dei misteriosi "atti di sabotaggio". Le crescenti tensioni tra i vicini del Golfo rientrano nel contesto dello scontro di Washington con Teheran, un anno dopo il ritiro unilaterale degli Stati Uniti dall'accordo sul programma iraniano, seguito dal ripristino delle sanzioni statunitensi contro la Repubblica islamica. (Res)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..