UCRAINA
 
Ucraina: altra sentenza contro nazionalizzazione PrivatBank
 
 
Kiev, 20 apr 14:20 - (Agenzia Nova) - Il Tribunale amministrativo di Kiev ha emesso un'altra sentenza in favore di Ihor Kolomoisky, ex proprietario dell'istituto di credito PrivatBank, nazionalizzato nel 2016. Il Tribunale ha inoltre revocato una decisione presa dalla Banca nazionale dell'Ucraina relativa alla lista delle entità affiliate all'istituto di credito nazionalizzato. Secondo quanto riporta la Banca nazionale ucraina in una nota, citata dall'agenzia di stampa "Unian", la decisione contestata è uno dei meccanismo decisivi nella procedura di bail-in condotta durante il processo di nazionalizzazione di PrivatBank nel 2016. Secondo la Banca centrale, la sentenza odierna potrebbe dare adito a richieste di recupero dei beni da parte delle entità affiliate ai precedenti azionisti dell'istituto di credito. "La decisione del tribunale non è ancora divenuta effettiva, e certamente presenteremo appello", ha chiarito Viktor Hryhorchuk, capo del Dipartimento per il contenzioso legale della Banca centrale ucraina.

Il tribunale amministrativo di Kiev ha invalidato giovedì 18 aprile la procedura di nazionalizzazione dell’istituto di credito PrivatBank avvenuta nel 2016. La decisione del tribunale invalida i contratti di vendita delle azioni della banca. Fondata nel 1992, PrivatBank è stata nazionalizzata dal governo ucraino nel dicembre 2016. In quell’occasione le autorità motivarono la decisione con la necessità di proteggere i clienti e preservare la stabilità finanziaria del paese. La Banca centrale dell'Ucraina all’epoca dei fatti riferì che la nazionalizzazione di PrivatBank, che deteneva circa un terzo di tutti i depositi in Ucraina, era necessaria per scongiurare un tracollo dell'economia ucraina. "Dopo aver valutato l’accusa di Ihor Kolomoyskyi (uno dei fondatori di PrivatBank) contro la Banca nazionale ucraina, il gabinetto ucraino dei ministri, il Fondo di garanzia dei depositi e la Commissione nazionale per i titoli e la borsa, il tribunale amministrativo distrettuale di Kiev ha giudicato illegale le decisioni degli imputati, che hanno portato alla nazionalizzazione di PrivatBank, e ha anche ritenuto illegale il contratto statale per le vendite di azioni della banca", si legge nella sentenza del tribunale.

Il tribunale ha esaminato il caso da giugno 2017. La sentenza si basava sul fatto che gli imputati non avevano fornito motivi giuridici per identificare PrivatBank come istituto insolvente, il che ha dato il via alla procedura di nazionalizzazione e anche alle violazioni della procedura. La corte ha aggiunto che il governo ucraino ha violato il diritto degli azionisti di PrivatBank, incluso Kolomoyskyi, di detenere la loro proprietà. Secondo la corte, le azioni del governo non sarebbero stati conformi alla Costituzione ucraina e ai regolamenti internazionali. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..