MYANMAR
Mostra l'articolo per intero...
 
Myanmar: almeno 20 feriti in proteste contro un cementificio operato dalla Cina (6)
Naypyidaw, 16 mag 06:04 - (Agenzia Nova) - Pechino ha espresso preoccupazione in merito ai progetti infrastrutturali e di investimento nel Myanmar lo scorso anno, dopo diversi episodi di proteste pubbliche e politiche contro progetti di alto profilo. Il governo di Myanmar ha deciso in particolare di rivalutare il progetto per la realizzazione di un porto in acque profonde a Kyaukpyu, nello Stato di Rakhine, sostenuto finanziariamente dalla Cina, per i timori legati ai costi eccessivi e all’eventualità che Pechino possa assumere il controllo dell’infrastruttura, nel caso Naypyidaw non riuscisse ad onorare i propri obblighi finanziari. Fonti vicine al governo del consigliere di Stato Aung San Suu Kyi avevano già anticipato nei mesi scorsi che Myanmar puntava a negoziare una riduzione dei costi. Il porto di Kyaukpyu dovrebbe garantire alla Cina sud-occidentale un corridoio commerciale diretto verso l’Oceano Indiano attraverso il territorio birmano, consentendo alle aziende interessate di evitare lo Stretto di Malacca. (segue) (Inn)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..