SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: Italia-Emirati, Rampino (Jiacc) a "Nova", necessari sviluppi concreti dopo missione Mise
Roma, 19 apr 14:00 - (Agenzia Nova) - La missione di sistema avvenuta dal 15 al 16 aprile negli Emirati Arabi Uniti organizzata dai ministeri dello Sviluppo economico e degli Affari esteri ha avuto risvolti positivi, ma ora è "importante che vi sia un follow up veloce e concreto". E' quanto ha dichiarato ad "Agenzia Nova" il vicepresidente e fondatore della Joint Italian Arab Chamber of Commerce (Jiaac), Pietro Paolo Rampino, di ritorno dalla missione di sistema italiana negli Emirati avvenuta in questi giorni e guidata dal vicepremier e ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio. Al viaggio hanno preso parte circa 170 tra imprese, organizzazioni di rappresentanza, banche e assicurazioni. "La missione è andata bene, ma importante ora è che ci sia un follow up veloce e concreto", ha dichiarato Rampino. "Expo 2020 potrà essere un volano e l'occasione per le aziende italiane di giungere in questo paese e incontrare esponenti di altre realtà economiche da varie aree geografiche", ha aggiunto il vicepresidente di Jiacc, che ha sottolineato come durante l'esposizione universale la città di Dubai verrà ampliata ulteriormente come hub logistico, manifatturiero e commerciale. La sfida di Expo 2020 è per Rampino cruciale per le imprese italiane, in particolare quelle piccole e medie, che hanno interesse ad operare in quest'area. "Stiamo preparando dei roadshow conoscitivi per spiegare alle aziende italiane come operare nel paese e presentare le opportunità rappresentate dall'area circostante gli Emirati: Consiglio di cooperazione del Golfo, Nord Africa, Medio Oriente e Asia", ha sottolineato. Rampino ha ricordato che gli Emirati rappresentano il primo paese di sbocco dell'Italia nella regione mediorientale con esportazioni che nel 2018 hanno raggiunto i 4,587 miliardi di euro a fronte di un interscambio pari a 5,7 miliardi. Tuttavia per il vicepresidente di Jiacc è giunta l'ora che le aziende italiane guardino "agli Emirati Arabi Uniti non più come mercato di destinazione dei prodotti italiani, ma come punto di partenza per penetrare una regione che va dal Nord Africa al Sud est asiatico". (Sic)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..