LIBIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Libia: l’offensiva di Haftar su Tripoli è la pietra tombale degli accordi di Skhirat (6)
Tripoli, 22 mag 12:26 - (Agenzia Nova) - Anche Salamé si dice preoccupato per la situazione in Libia ma in particolare per il possibile ritorno del terrorismo. Lo Stato islamico sta approfittando della guerra per tornare in Libia. "Finora ci sono stati quattro attacchi al sud, ma io credo che abbia cellule dormienti anche a Tripoli e altrove". L'allarme viene dal rappresentante speciale Onu, che "La Stampa" ha incontrato dopo l'intervento di ieri al Consiglio di Sicurezza. "Abbiamo bisogno del cessate il fuoco, per tornare al negoziato politico, ma non possiamo averlo senza che i paesi più coinvolti lo chiedano. Siamo allo stallo militare, dobbiamo tornare al processo politico. L'Italia ha molti amici in Libia, può dire loro che bisogna fare la tregua". "La seconda sfida - continua - è che l'embargo delle armi viene sfidato pubblicamente, da tutte le parti, e ciò mina la credibilità delle risoluzioni dell'Onu. Non è solo un problema legale, molto peggio. L'arrivo di nuove armi, in maggiore quantità e qualità, dà a tutte le parti l'illusione di poter vincere la guerra, e ciò rende ancora più difficile l'accettazione della tregua. Questi sono problemi su cui l'Italia può avere un peso, e io sono felice che la vostra ambasciata sia ancora aperta". (segue) (Lit)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..