SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: paesi del Golfo approvano richiesta Usa di rafforzare presenza militare nell’area
 
 
Abu Dhabi, 20 mag 15:00 - (Agenzia Nova) - Diversi paesi del Golfo, fra cui l’Arabia Saudita, hanno approvato la richiesta degli Stati Uniti di rafforzare la propria presenza militare nella regione per prevenire possibili attacchi da parte dell’Iran. Lo hanno dichiarato fonti locali “ben informate” al quotidiano pan-arabo “Asharq al Awsat”, edito a Londra. Secondo tali fonti, il ridispiegamento delle forze Usa sarebbe funzionale a scongiurare un’escalation militare con l’Iran e a rafforzare la cooperazione tra gli Stati Uniti e i paesi della regione in materia di difesa. Inoltre, tale misura avrebbe l’obiettivo di rafforzare la sicurezza delle rotte commerciali petrolifere ed impedire alla Repubblica islamica di minacciare il traffico marittimo nel Golfo. Lunedì scorso quattro navi commerciali – due saudite, una emiratina e una norvegese – sono state oggetto di un attacco al largo del porto di Fuhjairah che non ha provocato vittime, né sversamenti di sostanze inquinanti in mare. Secondo indagini preliminari, l’azione sarebbe stata condotta attraverso droni sottomarini. Il ridispiegamento delle forze Usa avverrebbe sulla base di accordi bilaterali. “L’Arabia Saudita e gli altri paesi del Consiglio di cooperazione del Golfo non vogliono entrare in guerra con l’Iran, ma vogliono inviare un messaggio forte a Teheran, disegnare una linea rossa che non si può superare con le provocazioni nell’area”, scrive “Asharq al Awsat”. Questo mese gli Stati Uniti hanno già inviato nel Golfo la portaerei Abraham Lincoln. John Bolton, consigliere speciale del presidente Donald Trump, ha definito tale mossa una “risposta alle indicazioni e agli avvertimenti dall’Iran”. Le tensioni tra Washington e Teheran sono cresciute enormemente dopo la decisione dell’amministrazione Trump di ritirarsi unilateralmente dall’accordo sul nucleare iraniano e di imporre nuove sanzioni sulla Repubblica islamica. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..