LIBANO
Mostra l'articolo per intero...
 
Libano: vertice economico Lega araba, grandi assenti e occasione mancata per Beirut (4)
 
 
Beirut, 18 gen 17:58 - (Agenzia Nova) - I fattori che hanno inciso sulla presenza non ai massimi livelli dei paesi invitati passano dalle polemiche per l’assenza della Siria, alla possibile partecipazione della Libia e ovviamente l’assenza di un governo. Sul boicottaggio del summit da parte dei capi di Stato arabi può aver influito il clima non propizio generato dalle polemiche intra-libanesi sia sulla partecipazione della Siria che della Libia. A tal proposito sono emerse le storiche opposizioni tra l’Alleanza dell’8 marzo, composta dal partito sciita Hezbollah e dal Movimento patriottico libero, fondato dal presidente Aoun, e il partito sunnita al Mustaqbal del premier designato Saad Hariri. L’Alleanza dell’8 marzo, infatti, ha spinto affinché la Siria – estromessa dalla Lega araba nel 2011 – partecipasse al summit e anche oggi il ministro degli Esteri Gebran Bassil ha detto che la Siria deve rientrare all’interno della Lega araba e non bisogna attendere un permesso straniero. In occasione dell’apertura dei lavori del summit per lo sviluppo economico dei paesi della Lega araba a Beirut, Bassil ha affermato: “Oggi, la Siria è il vuoto più grande nel nostro summit”. Altre polemiche hanno riguardato la partecipazione della Libia, a cui il partito sciita Amal si è opposto in relazione alla scomparsa dell’imam Musa al Sadr nel 1978 proprio nello Stato nordafricano. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..