LIBIA
 
Libia: “al Arabiya”, carico di armi dalla Turchia ricevuto da forze Gna a Tripoli
 
 
Tripoli, 19 mag 19:05 - (Agenzia Nova) - Un carico di armi e di veicoli blindati proveniente dalla Turchia sarebbe stato ricevuto dalle forze legate al Governo di accordo nazionale libico (Gna) a Tripoli, nonostante l’embargo imposto dalle Nazioni Unite sulla Libia dal 2011. Lo riferisce l’emittente satellitare “al Arabiya” citando foto e video postati su Facebook dalla pagina di una milizia legata al Gna. In particolare, le immagini mostrano un carico con decine di blindati Bmc Kirpi di fabbricazione turca che sarebbe arrivato sabato 18 maggio a Tripoli a bordo della nave cargo “Amazon”, battente bandiera moldava e partita dal porto turco di Samsun, e sarebbe stato ricevuto dalle forze legate a Salah Badi, leader della potente milizia al Samoud. Badi è stato inserito nella lista delle sanzioni delle Nazioni Unite lo scorso novembre. Nella stessa giornata di sabato, un’altra milizia radicale di Tripoli, la brigata Marsa, ha pubblicato foto di fucili automatici e di precisione e lanciarazzi anti-carro che potrebbero essere arrivati in Libia a bordo della stessa spedizione. La brigata è stata fondata dall’attuale ministro dell’Interno del Gna, Fathi Bashaga, il quale è stato di recente in visita ad Ankara. Si tratta, secondo “al Arabiya”, di una figura di peso sempre maggiore a Tripoli e all’interno del governo di accordo nazionale. Bashaga è di Misurata, città con legami storici con la Turchia. Le forze legate al Gna sono impegnate attualmente a difendere Tripoli dall’offensiva lanciata lo scorso 4 aprile sulla capitale dal generale Khalifa Haftar, comandante dell’Esercito nazionale libico (Lna) e uomo forte dell’est del paese. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..