IMMIGRAZIONE
Mostra l'articolo per intero...
 
Immigrazione: Fp Cgil Roma e Lazio, arrivano effetti decreto sicurezza, al via mobilitazione per settore accoglienza
Roma, 16 mag 19:26 - (Agenzia Nova) - "Il terremoto occupazionale e l'abbassamento dei livelli di servizio nelle strutture di accoglienza, in applicazione dei nuovi parametri stabiliti dal Decreto Salvini, si sta realizzando". Questa la denuncia di Fp Cgil Roma e Lazio in una nota. "Ad essere i più colpiti sono i Centri di accoglienza straordinaria, ma la ristrutturazione prevista dal decreto prospetta una crisi complessiva che va ad aumentare, a dispetto del nome, l'insicurezza sociale, blocca il percorso di accoglienza e integrazione per gli ospiti e mette a rischio la metà dei posti di lavoro oggi occupati nel settore. Il decreto riduce la quota pro-capite (da 35 a 19-26 euro), taglia figure professionali importanti come psicologi e insegnanti di lingua, e ne riduce altre, tagliando di fatto opportunità di prosecuzione del servizio e di ricollocazione. Lo abbiamo denunciato dall'inizio - continua la nota -, e lo conferma oggi il rapporto Oxfam Italia. Tra le realtà più grandi, la Croce Rossa si è trovata costretta a rinunciare alla partecipazione ai nuovi bandi, e la Medihospes ha avviato il licenziamento di tutte le figure non più previste o ridotte (350 esuberi totali, di cui 150 su Roma). Le realtà più piccole sono a rischio chiusura o hanno già chiuso. Il confronto è aperto con Prefetture e enti locali, ma la preoccupazione è alta", continua Fp Cgil Roma e Lazio. (segue) (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..