COOPERAZIONE
Mostra l'articolo per intero...
 
Cooperazione: Fao, siccità in Somalia mette a rischio 2,2 milioni di persone
Roma, 15 mag 18:21 - (Agenzia Nova) - Una disastrosa siccità in Somalia potrebbe lasciare circa 2,2 milioni di persone – circa il 18 per cento della popolazione – in condizioni di fame acuta nel periodo compreso fra luglio e settembre. Lo ha reso noto oggi in un comunicato l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (Fao), che ha emesso un'allerta speciale che indica che il numero di persone affamate nel paese quest'anno potrebbe essere superiore del 40 per cento rispetto alle stime effettuate all'inizio del 2019. Preoccupa, si legge nella nota, anche il generale deterioramento dello stato della nutrizione, dal momento che i tassi di malnutrizione acuta e il numero di bambini gravemente malnutriti che sono stati ricoverati nei centri di alimentazione terapeutica sono nettamente aumentati nel 2019. “Le piogge in aprile e agli inizi di maggio possono creare o distruggere la sicurezza alimentare dei somali per tutto l'anno poiché sono cruciali per il principale raccolto annuale del paese a luglio, dopo la ‘Gu’ come è chiamata la stagione delle piogge”, ha affermato Mario Zappacosta, economista senior della Fao e responsabile del Sistema di informazione e allarme rapido (Giews). “La mancanza di piogge in aprile e agli inizi di maggio ha reso secche e sterili fino all'85 per cento delle terre coltivate e, secondo le ultime proiezioni, il cibo coltivato durante la stagione ‘Gu’ sarà probabilmente inferiore del 50 per cento rispetto alla media”, ha aggiunto. (segue) (Com)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..