SUDAN
Mostra l'articolo per intero...
 
Sudan: riprendono oggi colloqui tra Consiglio militare e opposizione (2)
Khartum, 13 mag 10:30 - (Agenzia Nova) - Nelle scorse settimane le due parti non sono riuscite a trovare un accordo sulla composizione del nuovo Consiglio, poiché i militari hanno rivendicato la maggioranza in seno all’organismo, spingendo i gruppi di opposizione a proporre di interrompere i colloqui sulla composizione del Consiglio e delle altre istituzioni e concordare in primo luogo la composizione delle strutture e i loro poteri. Sulla questione sono intervenuti anche l'Unione africana e le Nazioni Unite, ribadendo il loro sostegno ad un governo di transizione guidato dai civili. Al termine di un incontro tenuto a margine della terza conferenza annuale Onu-Ua, a New York, il presidente della Commissione Ua, Moussa Faki Mahamat, e il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, hanno definito “non accettabile” l’ipotesi di continuare a sostenere il Consiglio militare, ribadendo che la presenza di esponenti militari sia subordinata alla formazione di un governo civile. In un comunicato diffuso al termine dell’incontro, i due leader hanno quindi accolto con favore gli sforzi per facilitare una transizione in Sudan. In precedenza, nel tentativo di concedere alle parti più tempo per trovare una soluzione alla crisi, il Consiglio per la pace e la sicurezza dell'Unione africana aveva esteso a due mesi il termine concesso al Tmc per consegnare il potere ad autorità civili, rivedendo così il precedente termine di 15 giorni imposto il mese scorso ai militari sudanesi. Lo scorso 11 aprile il Consiglio militare ha destituito e arrestato l’ex presidente Omar al Bashir, per 30 anni al potere in Sudan, il quale si trova ora detenuto nel carcere di Kobar a Khartum. (Res)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..