Esteri
Mostra l'articolo per intero...
 
I fatti del giorno - Africa sub-sahariana (3)
Roma, 13 mag 12:00 - (Agenzia Nova) - Sudan: fonti stampa, Bashir ammette accuse di corruzione - L’ex presidente sudanese Omar al Bashir, destituito e arrestato lo scorso 11 aprile dopo essere stato 30 anni al potere, ha ammesso di essere responsabile dei casi di corruzione che gli sono stati imputati dalla procura generale di Khartum, rivelando anche i nomi delle persone coinvolte. Secondo quanto riporta il quotidiano kuwaitiano “al Jarida”, Bashir avrebbe riconosciuto di essere responsabile di una serie di casi di corruzione e di riciclaggio. La scorsa settimana Bashir è stato interrogato dai procuratori anti-corruzione per presunto riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo, come ordinato di recente dal procuratore generale sudanese, Al Walid Sayyed Ahmed. Il leader sudanese, che è stato rovesciato dall'esercito l'11 aprile scorso in seguito ad un movimento di protesta, è stato chiamato a giustificare i suoi presunti legami con terroristi che hanno portato il Sudan ad essere inserito nell'elenco statunitense dei paesi che sostengono il terrorismo insieme a Iran, Siria e Corea del Nord. Il fondatore di al Qaeda, Osama Bin Laden, ha vissuto in Sudan tra il 1992 e il 1996. Di recente il capo del Consiglio militare di transizione (Tmc) che lo scorso 11 aprile ha destituito e arrestato Bashir, Abdel Fattah al Burhan, ha riferito che una delegazione sudanese avrebbe a breve visitato Washington per discutere della possibile rimozione del Sudan dalla “lista nera” Usa. Washington ha finora sostenere “la legittima richiesta” di un governo a guida civile richiesto dal movimento di protesta in Sudan. (segue) (Res)
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..