SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: Russia, dazi esportazioni di petrolio da giugno aumenteranno di 5,8 dollari
Mosca, 15 mag 14:45 - (Agenzia Nova) - I dazi sulle esportazioni di petrolio dalla Russia dal primo giugno aumenteranno di 5,8 dollari, da 104,6 a 110,4 dollari per tonnellata. È quanto diffuso dal ministero delle Finanze della Federazione Russa, sulla base dei calcoli effettuati sul recente periodo di monitoraggio. Il prezzo medio del petrolio degli Urali per il periodo di monitoraggio dal 15 aprile al 14 maggio 2019 è stato di 72,23 dollari al barile, ovvero 527,3 dollari per tonnellata. Resta a zero l'aliquota dei dazi preferenziali sul petrolio per la Siberia orientale, il Caspio e il campo di Prirazlomnoye, in connessione con la nuova formula di calcolo adottata nel quadro della manovra fiscale per l'industria petrolifera. I dazi sui prodotti petroliferi leggeri e sugli olii aumenteranno da 31,3 a 33,1 dollari per tonnellata, per i prodotti scuri da 104,6 a 110,4 dollari. I dazi all'esportazione per la benzina commerciale saliranno da 31,3 a 33,1. Per la nafta da 57,5 a 60,7 dollari per tonnellata. Il costo del coke aumenterà da 6,7 a 7,1 dollari per tonnellata. I dazi sul gas liquefatto rimangono infine a zero. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..