DONBASS

 
 
 

Donbass: rappresentante di Mosca presso Onu, nessuna minaccia da decreto per passaporti russi

Mosca, 26 apr 2019 08:47 - (Agenzia Nova) - La concessione semplificata di passaporti russi ai residenti delle regioni di Luhansk e Donetsk, nel Donbass, non rappresenta una minaccia per la pace e la sicurezza. Lo ha dichiarato il rappresentante permanente della Russia presso l'Onu, Vasilij Nebenzja, nel corso di una riunione del Consiglio di sicurezza. Il decreto non è un segnale per nessuno e non è programmato per ulteriori scopi, ha precisato il diplomatico. "Non ci sono motivi per affermare che il decreto presidenziale sia stato presumibilmente programmato per qualche evento o rappresenti una sorta di segnale per qualcuno", ha dichiarato Nebenzja. Gli abitanti del Donbass hanno un forte necessità di ottenere la cittadinanza russa, sostiene il diplomatico russo, a causa delle insopportabili condizioni di vita a cui Kiev li ha costretti.

Il 24 aprile il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto in base al quale i residenti della repubbliche separatiste di Donetsk e Luhansk possono richiedere la cittadinanza russa secondo uno schema semplificato. Il Fondo pensionistico di Mosca ha precisato che i residenti delle repubbliche autoproclamate del Donbass che riceveranno la cittadinanza russa, potranno richiedere prestazioni pensionistiche solo se si trasferiranno in via permanente sul territorio della Federazione Russa. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE