SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: Albania, importazioni Osshe ammontano a 38,8 milioni di euro nel 2019
Tirana, 11 feb 14:45 - (Agenzia Nova) - Dal primo gennaio fino allo scorso 7 febbraio, l'operatore albanese di distribuzione di energia elettrica (Osshe), ha importato 38,8 milioni di euro. Lo ha reso noto il direttore della divisione commerciale dell'azienda Elton Sevrani, in un'intervista concessa all'emittente televisiva albanese "Top Channel". In Albania, la produzione di energia elettrica è interamente basata sulle risorse idriche. Le condizioni meteorologiche degli ultimi mesi non ha favorito la produzione dalle centrali idroelettriche, e di conseguenza, l'azienda di produzione di energia Kesh ha preferito a non vendere altre quantità oltre alla fornitura regolare che deve garantire all'Osshe. L'operatore di distribuzione ha acquistato 390 mila megawatt/ora per il mese di gennaio, per circa 35 milioni di euro e altri 50 mila megawattora per la prima settimana di febbraio per 3,8 milioni di euro. Lo scorso anno, l'Osshe ha fatto sapere di aver realizzato un guadagno di 4 miliardi di lek, circa 32 milioni di euro. Il suo direttore generale Adrian Cela ha spiegato che lo scorso anno la società ha incassato la somma record di 65,7 miliardi di lek (523,7 milioni di euro), ossia 2 miliardi di lek (16 milioni di euro) in più rispetto al 2017. Secondo Cela, in miglioramento sono stati anche i dati relativi alle perdite, il cui tasso è sceso a quota del 23,96 per cento dell'intera energia immessa in rete, da 26,4 per cento nel 2017. "Oggi la società è in grado di investire, pagare le tasse e rimborsare i crediti grazie alla riduzione delle perdite e all'incremento degli incassi", ha sottolineato Cela. Per il 2018 la società ha investito 7,3 miliardi di lek (oltre 58 milioni di euro) mentre prevede un aumento di oltre 16 per cento dei finanziamenti per il 2019, a quota di 8,5 miliardi di lek (67,7 milioni di euro). Per quanto riguarda le perdite, l'Osshe sta attuando una tabella di marcia, concordata con la Banca mondiale. Il direttore dell'azienda ha spiegato che "in intesa con la Banca saranno rivisti gli obiettivi posti nell'ambito del programma per la ripresa del settore dell'energia elettrica", per il quale, dal 2014, la Banca ha stanziato 150 milioni di dollari. "Dopo una serie di discussioni è stato notato che il tasso reale di perdite nel 2014 è stato più alto di quello fissato inizialmente, per cui l'obiettivo sarà quello di farlo scendere a quota del 16,5 per cento nel 2021", ha precisato Cela. (Alt)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..