ENERGIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Energia: le perforazioni turche alimentano le tensioni nel Mediterraneo orientale (3)
Ankara, 16 nov 2018 18:30 - (Agenzia Nova) - Hamdi Abdelaziz, portavoce del ministero egiziano del Petrolio, ha dichiarato che "l'Egitto non è preoccupato per le azioni della Turchia nel Mediterraneo orientale perché opera nel quadro degli accordi di demarcazione conclusi con Cipro e la Grecia e in conformità con gli accordi internazionali". "L'Egitto sta cercando di trasformarsi in un hub strategico regionale per l’energia mediante la liquefazione e la riesportazione del gas del Mediterraneo orientale da Cipro’’, ha detto ad "Agenzia Nova" Kanat Atkaya, analista turco di "Hürriyet". "Il paese ha fatto progressi così enormi che è difficile ormai indebolirlo. L'Egitto è in grado di proteggere i suoi interessi nel Mediterraneo orientale", ha aggiunto. "Inoltre, l'Egitto sta collaborando con aziende internazionali come l’italiana Eni per l'esplorazione delle risorse di gas e petrolio nella sua zona economica nel Mediterraneo orientale, e continuerà a farlo", ha proseguito Atkaya. (segue) (Tua)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..