ENERGIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Energia: le perforazioni turche alimentano le tensioni nel Mediterraneo orientale (6)
Ankara, 16 nov 2018 18:30 - (Agenzia Nova) - Mentre il consumo di gas naturale della Turchia ammontava a 53 miliardi di metri cubi nel 2017, la produzione nazionale non ha superato i 350 milioni di metri cubi. Ankara non ha riconosciuto l'accordo del 2013 tra Egitto e Cipro e non ha il diritto di estrazione nella Zee di Cipro, né tantomeno può pensare di impedire i lavori di scavo perché ciò è contrario sia al diritto internazionale e alla Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare. L'Egitto non avrebbe compiuto alcun progresso nel campo dell'energia nel Mediterraneo se non fosse stato per l'accordo sulla demarcazione dei confini con Cipro e la Grecia. Qualsiasi interruzione turca a qualsivoglia lavoro di esplorazione equivarrebbe a un atto di aggressione e gli Stati colpiti potrebbero ricorrere alla Corte internazionale di giustizia. Ma se le cose dovessero arrivare fino a questo punto, la Turchia ne pagherebbe certamente il prezzo più caro. (Tua)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..