SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: revoca esenzioni Usa su petrolio iraniano non scompone importatori asiatici
Nuova Delhi, 24 apr 14:00 - (Agenzia Nova) - Gran parte degli importatori di petrolio asiatici hanno accolto con freddezza la decisione degli Stati Uniti di non rinnovare le esenzioni concesse a otto paesi per l’importazione di petrolio dall’Iran, limitandosi ad annunciare che cercheranno nuovi fornitori. La decisione di Washington, che a partire dal 2 maggio prossimo estenderà le sanzioni statunitensi a tutti gli acquisti internazionali di greggio iraniano, ha spinto ieri il Brent ai prezzi massimi da cinque mesi a questa parte. Cinque degli otto paesi cui Washington aveva concesso le esenzioni sono asiatici: Giappone, Cina, Corea del Sud, Taiwan e India. Cina e India, da sole, assorbono la maggior parte delle esportazioni di greggio iraniano, acquistandone rispettivamente 400mila e 300mila barili giornalieri. (Inn)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..