LIBIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Libia: Megerisi (Ecfr), “siamo già in guerra civile, Europa si assuma responsabilità” (5)
Tripoli, 09 apr 16:07 - (Agenzia Nova) - L’unica potenza in grado di fermare questo nuovo conflitto sono gli Stati Uniti. Washington ha peraltro nominato un nuovo ambasciatore in Libia, Richard Norland: un diplomatico di lungo corso che, nato in Marocco nel 1955, ha già servito in Uzbekistan, Georgia, Afghanistan e Lettonia, oltre che presso gli Stati maggiori unificati ed il Consiglio di sicurezza nazionale. Tuttavia, lo scorso 7 aprile il comando statunitense in Africa (Africom) ha annunciato il temporaneo trasferimento dei suoi uomini per ragioni di sicurezza. “E’ vero che gli Stati Uniti hanno il potere di fermare la crisi, ma non credo che lo faranno”, ha detto Megerisi. “La prospettiva dei libici è che l’America se ne sia andata dalla Libia. Dopo l’uccisione dell’ambasciatore Christopher Stevens (a Bengasi nel 2012) e la chiusura dell’ambasciata Usa nel 2014, gli Usa non sono stati molti presenti. Inoltre, sotto la presidenza di Donald Trump, gli Stati Uniti in generale si sono concentrati di più su altri dossier, tra cui non figura la Libia. La recente nomina di un nuovo ambasciatore evidenzia la volontà di Trump di avere comunque una presenza sul posto, ma non penso a Washington voglia compiere un investimento diplomatico significativo in Libia. Ecco perché la responsabilità ricade sull’Europa”, ha concluso l’analista. (Asc)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..