SOMALIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Somalia: Africom conferma uccisione numero due Stato islamico in raid aereo nel Puntland (2)
Mogadiscio, 16 apr 11:26 - (Agenzia Nova) - Nel 2015 la fazione guidata dallo sceicco Abdulkadir Mumin ha annunciato la scissione da al Shabaab giurando fedeltà allo Stato islamico. La scissione è avvenuta anche in seguito alle difficoltà riscontrate sul campo dagli insorti, che hanno finito per indebolire e spaccare il gruppo jihadista. I sostenitori dell’affiliazione allo Stato islamico sottolineano i grandi vantaggi propagandistici ed economici che al Shabaab potrebbe ottenere dall’utilizzo del marchio e dal rafforzamento dei legami con il gruppo di Abu Bakr al Baghdadi. Allo stesso modo, lo Stato islamico, inserendo all'interno del proprio network al Shabaab così come fatto con Boko Haram lo scorso anno, ingloberebbe la principale organizzazione jihadista dell’Africa orientale. Il numero dei raid statunitensi contro gli obiettivi del gruppo jihadista al Shabaab in Somalia è aumentato dopo il 30 marzo 2017, quando il presidente Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo che ha dichiarato la Somalia meridionale una “zona di ostilità attiva”, autorizzando gli attacchi con droni e le incursioni delle forze speciali in contesti al di fuori dei campi di battaglia convenzionali. Da allora le forze speciali Usa hanno effettuato 34 raid contro nel solo 2017 – più che nell'intero quinquennio 2012-2016 – 47 nel 2018 e più di 20 soltanto nei primi due mesi del 2019. (Res)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..