COOPERAZIONE

 
 
 

Cooperazione: ciclone Idai, Ue stanzia altri 12 milioni di euro per Mozambico, Zimbabwe e Malawi

Bruxelles, 09 apr 2019 16:20 - (Agenzia Nova) - L'Unione europea ha annunciato altri 12 milioni di euro di aiuti umanitari in favore di Mozambico, Zimbabwe e Malawi, colpiti il mese scorso dal passaggio del ciclone tropicale Idai. Lo ha reso noto oggi la Commissione europea, secondo cui i fondi aggiuntivi portano ad oltre 15 milioni di euro l’ammontare complessivo dell'assistenza umanitaria dell'Ue. “Continuiamo ad essere solidali con le persone colpite dal ciclone Idai e dalle inondazioni in Mozambico, Zimbabwe e Malawi. Ci sono ancora urgenti bisogni umanitari da soddisfare e stiamo aumentando i nostri sforzi affinché gli aiuti continuino a essere portati alle persone bisognose”, ha affermato in una nota il commissario Ue per gli Aiuti umanitari e la gestione delle crisi, Christos Stylianides. Dei fondi annunciati, sette milioni di euro andranno a beneficio della popolazione del Mozambico, quattro milioni saranno destinati allo Zimbabwe e un milione al Malawi.

Nel frattempo è salito ad almeno 847 persone il bilancio complessivo delle vittime del ciclone Idai nei tre paesi. Secondo quanto reso noto dalle Nazioni Unite nell’ultimo bollettino diramato, 602 persone sono state confermate morte nel solo Mozambico, il più colpito dalla calamità, dove si registrano anche 1.641 feriti. In Zimbabwe il bilancio aggiornato delle vittime è di 185 morti e 200 feriti, mentre in Malawi si registrano 60 morti e 672 feriti. Secondo i dati dell'Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari umanitari (Ocha), il passaggio del ciclone e le sue dirette conseguenze hanno colpito circa 1,85 milioni di persone. Numerosi appelli internazionali di aiuto e raccolta fondi sono arrivati nelle ultime settimane. Il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (Unicef) ha lanciato un appello per 122 milioni di dollari per sostenere la sua risposta umanitaria nei prossimi nove mesi a favore dei bambini e delle famiglie devastate dalla tempesta e dalle sue conseguenze nei tre paesi colpiti, dove tre milioni di persone, più della metà delle quali sono bambini, hanno urgente bisogno di assistenza umanitaria.

La scorsa settimana le Nazioni Unite hanno inoltre chiesto ai donatori internazionali ulteriori 60 milioni di dollari per aiutare lo Zimbabwe nella risposta all’emergenza causata dal passaggio del ciclone Idai, portando così la somma totale a 294 milioni di dollari. Ad aggravare ulteriormente la situazione umanitaria c’è poi l’epidemia di colera scoppiata in Mozambico in seguito alle inondazioni provocate dal ciclone. Secondo le ultime stime dell’Onu, il bilancio dell’epidemia è salito a 2.772 casi e cinque morti. Per contrastare il diffondersi del focolaio, la scorsa settimana l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), in collaborazione con le autorità locali, ha avviato una massiccia campagna di vaccinazione nella città di Beira, la più colpita dal ciclone, dove sono arrivate un milione di dosi di vaccini. (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE