ENERGIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Energia: Egitto, ministro Petrolio elogia nuova scoperta di Eni nel deserto occidentale (3)
Il Cairo , 03 mag 2018 17:27 - (Agenzia Nova) - La scoperta nel prospetto A-2X è il frutto della nuova strategia di Eni volta all'esplorazione delle sequenze geologiche profonde del bacino di Faghur. Oltre allo sviluppo della scoperta, che richiederà attività di delineazione, Eni ha in programma, nel breve termine, la perforazione di altri prospetti esplorativi nel bacino del Faghur, limitrofi alla scoperta appena effettuata che, in caso di successo, apriranno un nuovo polo produttivo. Successivamente all'approvazione delle autorità competenti, la produzione potrà essere collegata alle vicine infrastrutture esistenti e poi spedita al terminale di El Hamra attraverso le reti esistenti. Eni, attraverso la controllata Ieoc, detiene la quota del 100 per cento nel permesso di South West Meleiha. Ieoc attraverso la compagnia operatrice Agiba, pariteticamente detenuta con Egyptian General Petroleum Corporation (Egpc), produce attualmente circa 55 mila barili di olio equivalente al giorno dal deserto occidentale egiziano. Eni è presente in Egitto dal 1954 attraverso la controllata Ieoc. La società è il principale produttore del Paese con una produzione equity di circa 260 mila barili di olio equivalente al giorno, destinata a salire nell'anno con la progressiva crescita della produzione del campo di Zohr. (Cae)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..