BRUNEI
 
Brunei: Ue, codice penale rispetti obblighi su diritti umani
Bruxelles, 03 apr 10:49 - (Agenzia Nova) - È fondamentale che il governo del Brunei garantisca che l'attuazione del codice penale non violi i diritti umani e sia pienamente coerente con tutti gli impegni e gli obblighi internazionali e regionali in materia di diritti umani presi dal Brunei. Lo ha scritto il Servizio europeo per l'azione esterna in merito alla terza fase di attuazione dell'ordinanza del codice penale 2013 di Brunei che è entrata in vigore oggi. Secondo il Seae, alcune delle pene previste nel codice penale equivalgono a torture, atti di trattamento crudele, inumano o degradante che sono vietati dalla Convenzione contro la tortura che è stata firmata dal Brunei-Darussalam nel 2015. Sono inoltre contrari alla Dichiarazione Asean sui diritti umani del 2012. Queste pene possono anche violare gli obblighi del Brunei, come parte della Convenzione sui diritti dell'infanzia e della Convenzione sull'eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne. Per il Seae, è fondamentale che il governo del Brunei garantisca che l'attuazione del codice penale non violi i diritti umani e sia pienamente coerente con tutti gli impegni e gli obblighi internazionali e regionali in materia di diritti umani intrapresi dal Brunei. L'Unione europea si aspetta che Brunei mantenga la sua moratoria di fatto sull'uso della pena di morte. (Beb)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..