Esteri
Mostra l'articolo per intero...
 
I fatti del giorno – Asia
Roma, 03 apr 17:00 - (Agenzia Nova) - Brunei: le condanne internazionali non frenano l’adozione del Codice penale islamico - La riforma del Codice penale del Sultanato del Brunei, che introduce la condanna a morte tramite lapidazione per le relazioni omosessuali e l’adulterio, è entrata in vigore nella giornata di oggi, a dispetto delle dure condanne giunte dalla comunità internazionale. L’adozione dell’emendamento, culmine di un iter legislativo durato anni, segna la completa adozione della legge islamica nel piccolo paese del Sud-est asiatico. Il sultano del Brunei, Hassanal Bolkiah, ha tenuto una conferenza stampa proprio questa mattina, in concomitanza con l’entrata in vigore del contestatissimo emendamento, descrivendo il sistema legale e giuridico del paese come “giusto ed equo”. Bolkiah non ha menzionato direttamente le modifiche al Codice penale, ma ha dichiarato di voler “vedere gli insegnamenti islamici rafforzarsi in questo paese”. (segue) (Res)
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..