CIPRO
Mostra l'articolo per intero...
 
Cipro: rush finale del parlamento prima dello scioglimento ma aleggia la paura astensionismo sulle elezioni di maggio
Nicosia, 14 apr 2016 18:18 - (Agenzia Nova) - Con lo scioglimento a breve della Camera dei Rappresentanti, oggi alla sua ultima seduta plenaria, la battaglia per le elezioni parlamentari del 22 maggio a Cipro entra in pieno svolgimento malgrado si possa registrare tra i cittadini uno stato d'animo cupo e apatico per il "tradimento" da parte dell'establishment politico implicato negli ultimi anni in scandali finanziari, corruzione istituzionale e frodi bancarie. Sono gli strascichi della crisi economica, in parte superata insieme all’uscita del paese dal programma di aiuti internazionali, che ha portato alla luce l’esistenza di relazioni non proprio ortodosse tra il sistema economico e i partiti politici e che ha coinvolto anche i due principali partiti politici ciprioti, il Raggruppamento democratico (Disy) e il Partito progressista dei lavoratori (Akel). A farsi avanti ora una nuova generazione di giovani aspiranti politici che promette, se verrà eletta, di lavorare nella trasparenza e nell’onestà. Obiettivi ambiziosi che sembrano difficili da raggiungere anche alla luce delle recenti rivelazioni legate alla vicenda "Panama Papers" che hanno visto Cipro inserita tra i più efficienti e impenetrabili paradisi fiscali al mondo, insieme alla Svizzera, le Isole Vergini Britanniche, l’Isola di Man e Panana per l’appunto. (segue) (Res)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..