CONGO-KINSHASA
Mostra l'articolo per intero...
 
Congo-Kinshasa: Tshisekedi a Washington, chiesto sostegno Usa per sbarazzarsi della “dittatura” di Kabila (3)
Washington, 05 apr 10:27 - (Agenzia Nova) - In una dichiarazione, il dipartimento del Tesoro Usa ha denunciato che l'organizzazione delle elezioni da parte della Commissione elettorale “non ha garantito che il voto riflettesse la volontà del popolo congolese”. I tre funzionari colpiti dalle sanzioni, si legge nella nota Usa, sono il presidente della Commissione elettorale, Corneille Nangaa, il suo vice Norbert Basengezi e il consigliere Marcellin Mukolo Basengezi, accusati di aver “ostacolato e ritardato i preparativi” del voto - originariamente in programma nel 2016, alla scadenza naturale del mandato dell’ex presidente Joseph Kabila - e di essersi resi protagonisti di episodi di corruzione in relazione alla fornitura di macchinari per il voto e altri materiali elettorali. Secondo il dipartimento del Tesoro Usa, i tre funzionari avrebbero trasferito in società di comodo del denaro destinato a finanziare il voto e avrebbero corrotto dei giudici per far approvare il rinvio delle elezioni nel 2016. Inoltre, prosegue la nota, i funzionari della Commissione – sotto la guida di Nangaa – avrebbero gonfiato fino a 100 milioni di dollari il costo dei macchinari per il voto elettronico “con l'intento di utilizzare i fondi in eccedenza per arricchimento personale, tangenti e per finanziare la campagna elettorale del candidato di Kabila (l'ex ministro dell’Interno, Emmanuel Ramazani Shadary)”. (segue) (Res)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..