INFRASTRUTTURE
Mostra l'articolo per intero...
 
Infrastrutture: la Zona economica di Khorgos, investire nel centro dello spazio eurasiatico
Khorgos, 18 apr 11:44 - (Agenzia Nova) - La collocazione strategica in un punto centrale dello spazio eurasiatico e il potenziale per l’attrazione di investimenti esteri sono gli elementi fondamentali del progetto infrastrutturale avviato nel 2016 a Khorgos, in Kazakhstan, alla frontiera con la Cina. Si tratta nello specifico di un porto secco e di una Zona economica speciale (Zes), lungo la linea che separa i due paesi, come raccordo fondamentale della Nuova via della Seta in Asia centrale. Il progetto di Khorgos è stato ideato dalle autorità kazakhe nel 2013, approfittando della volontà cinese di potenziare il commercio frontaliero nel quadro dell’Iniziativa Belt and Road. Le autorità del Kazakhstan hanno dunque potuto contare su un partner con cui cooperare nella costruzione delle infrastrutture logistiche e di trasporto necessarie per la costruzione non solo del porto secco, ma anche della Zona economica speciale “Eastern Gate”, con un’area destinata all’assemblaggio di prodotti e una da impiegare come deposito per manufatti e generi alimentari quali grano e granturco provenienti da tutta la regione. Il complesso copre complessivamente un’area di quasi 600 ettari, ma nella visione finale delle autorità kazakhe l’intero progetto potrebbe estendersi fino a 4.500 ettari. (segue) (Frm)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..