SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: ministro Trenta assiste a esercitazione Double River 2019 a Motta di Livenza
Roma, 20 mar 15:45 - (Agenzia Nova) - Il ministro della Difesa italiano, Elisabetta Trenta, si è recato oggi a Motta di Livenza per assistere all’esercitazione Double River 2019 condotta dal Cimic Group South. “Sono particolarmente lieta di partecipare a questo evento di presentazione dell’esercitazione Cimic ‘Double River 2019’, la più importante attività addestrativa organizzata quest’anno dal Multinational Cimic Group. Voglio sottolineare sin d’ora che il Multinational Cimic Group rappresenta l’unico polo di formazione per la funzione Cimic in ambito Difesa, e se oggi è diventato un vero e proprio punto di riferimento in ambito nazionale e Nato lo si deve all’altissima competenza e alla professionalità del personale che vi opera”, ha detto Trenta rivolgendosi all'unità di cooperazione civile-militare della Nato, secondo quanto si apprende da un comunicato. Il Multinational Cimic Group è un reparto multinazionale della Nato a guida italiana, in grado di ricercare, addestrare e proiettare unità di specialisti nel soccorso e nella ricostruzione di aree sconvolte da conflitti. Cimic è l'acronimo che indica la Civil Military Cooperation, una funzione operativa che presiede all'interazione tra le Forze militari e le componenti civili presenti nelle aree di crisi. Il ministro ha poi ringraziato nel suo intervento “il comandante, il colonnello Vitali, e il personale dipendente, nonché i contingenti internazionali di Grecia, Portogallo, Romania, Slovenia e Ungheria che fanno parte di questa Unità per lo straordinario sforzo sostenuto per organizzare questa complessa esercitazione”. “Desidero – ha proseguito - rivolgere il mio saluto e quello della Difesa alle autorità politiche e militari presenti, in particolare al prefetto di Treviso, dottoressa Laganà, al sindaco di Motta di Livenza, architetto Righi, al comandante delle Forze operative terrestri di supporto, generale Tota e a tutti gli illustri ospiti stranieri oggi presenti. Rivolgo, infine, un saluto a tutti gli altri partecipanti alla ‘Double River 2019’, agli specialisti, esperti e mentor provenienti da diversi paesi e comandi europei e degli Stati Uniti, appartenenti alla Nato”. Negli ultimi decenni, ha rilevato il ministro, le attività di Cimic “hanno assunto sempre più importanza, anche in contesti ad alta intensità. In passato si associava l’attività Cimic principalmente alla fase post-conflittuale e più precisamente a quella di Stability and reconstruction. Oggi bisogna abbandonare questo cliché. L’imprevedibilità e i rischi connessi alle nuove dimensioni dell’hybrid warfare richiedono un impegno sempre maggiore, anche da parte delle capacità Cimic”. Trenta ha sottolineato che “l’esperienza di questi anni ha infatti dimostrato che è sempre più necessario coniugare operazioni convenzionali con azioni congiunte e integrate nelle dimensioni cyber, space e psychological. Oggi sappiamo – ha evidenziato - che è necessario interagire con tutti gli attori civili coinvolti nel conflitto, dalle autorità locali alle organizzazioni internazionali, dalle organizzazioni governative e non governative ai media, per disporre del miglior livello possibile di conoscenza e per una valutazione costante dell’ambiente socio-culturale in cui si opera”. Il ministro ha inoltre osservato che “la comprensione delle dinamiche generali diventa, inevitabilmente, la premessa indispensabile per integrarsi ed operare in realtà distanti, sia in termini geografici, sia culturali, consentendo di operare con attenzione e rispetto per le sensibilità locali”. In questo contesto, ha affermato Trenta, “che entra in gioco la componente Cimic, con il suo compito fondamentale di facilitare, promuovere e mantenere il miglior livello di collaborazione tra la componente militare e tutti i non-military actor. Ovviamente il contesto e il profilo delle attività Cimic sono direttamente proporzionali alla natura della crisi e al tipo di scenario, ma i risultati ottenuti in questi anni in Kosovo, Libano, Somalia, Gibuti, Afghanistan, e anche nell’ambito della missione europea Eunavformed, hanno confermato che la Cimic è una capacità moderna e altamente versatile”. (Com)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..