NATO
Mostra l'articolo per intero...
 
Nato: ambasciatore Razov sul "Corriere della Sera", servono dialogo e rispetto per costruire il futuro (4)
Roma, 08 apr 09:45 - (Agenzia Nova) - "E' assurdo sentire accusare il nostro Paese di violare la stabilità nucleare globale e i relativi trattati da parte del rappresentante di uno Stato che unilateralmente nel 2002 ha intenzionalmente denunciato il fondamentale Trattato a tempo indeterminato sulla limitazione dei sistemi di difesa antimissile del 1972 e oggi, rifiutando ogni forma di dialogo e ignorando le fondate preoccupazioni russe, distrugge un'altra pietra angolare dell'architettura della sicurezza: il Trattato sui missili a medio e corto raggio". Non meno prive di fondamento, alla maniera accusatoria oggi popolare del 'Highly likely' (Altamente probabile) sono le parole del rappresentante americano a proposito dei presunti 'attacchi cibernetici russi all'Agenzia mondiale antidoping e all'Organizzazione per la Proibizione delle Armi chimiche' e del famoso incidente in Gran Bretagna. L'ambasciatore ricorda come la Russia abbia fornito più volte spiegazioni esaustive su tali questioni. Una delle poche tesi contenute nell'articolo che non suscitano obiezione è quella secondo la quale per la Nato sarebbe preferibile 'avere Mosca come amico piuttosto che come nemico'. La Russia per parte sua ha più volte dichiarato di restare disponibile alla collaborazione e all'interazione, anche con i Paesi Nato. A questo fine esistono tutti i meccanismi necessari, per esempio il Consiglio Russia-Nato. "In ogni modo bisogna guardare al futuro, costruendo rapporti nello spirito della parità dei diritti e del dialogo basato sul reciproco rispetto", ha concluso Razov. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..