IRAN
Mostra l'articolo per intero...
 
Iran: Teheran punta il dito contro potenze rivali per attentato Chabahar
Teheran, 06 dic 2018 19:33 - (Agenzia Nova) - Il terrorismo torna a colpire l’Iran e le sue forze di sicurezza, in un momento di particolare crisi della leadership del presidente Hassan Rohani a causa delle sanzioni statunitensi. Oggi un attentatore suicida si è scagliato a bordo di un’auto carica di esplosivo contro una stazione di polizia nella città portuale di Chabahar, provocando due morti e almeno 40 feriti, in base a quanto riferisce l’agenzia di stampa iraniana “Irna”. Il porto di Chabahar è uno dei più importanti hub economici del paese ed è situato nella problematica provincia del Sistan e Baluchistan, a maggioranza sunnita e posta al confine con Pakistan e Afghanistan, dove in questi mesi si sono verificati scontri e attacchi tra miliziani sunniti e le forze di sicurezza iraniane. In attesa delle indagini, gli esponenti del governo iraniano guidato da Hassan Rohani hanno subito imputato l’attacco a “forze esterne” interessate a destabilizzare il paese. Il ministro degli Esteri Zarif ha condannato su Twitter l’attacco di Chabahar, sottolineando che l’Iran porterà i responsabili e "i loro padroni" alla giustizia e che l’azione è stata condotta da “terroristi stranieri”. Zarif ha ricordato che nel 2010 i servizi di sicurezza iraniani hanno catturato un gruppo di estremisti legato al movimento Jundullah, guidati Abdolmalek Rigi. (segue) (Irt)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..