SUD SUDAN
 
Sud Sudan: papa Francesco incontra oggi delegazione sud sudanese in ritiro in Vaticano
Giuba, 11 apr 09:34 - (Agenzia Nova) - Papa Francesco incontrerà oggi la delegazione del Sud Sudan che da ieri è in visita in Vaticano per prendere parte al ritiro spirituale voluto dallo stesso Pontefice nella Casa Santa Marta. Lo ha confermato il segretario di Stato vaticano, il cardinale Pietro Parolin, aprendo l’appuntamento nel primo pomeriggio di ieri. Si tratta, ha messo in luce il cardinale Parolin, di una “opportunità” di incontro e riconciliazione nello spirito “del rispetto e della fiducia” per coloro che “in questo momento hanno la missione e la responsabilità speciali di lavorare per lo sviluppo” del Sud Sudan, precipitato nel 2013 in una sanguinosa guerra civile, con un bilancio di almeno 400 mila morti. È quanto riferisce la sala stampa della Santa Sede. La delegazione sud sudanese, guidata dal presidente Salva Kiir, include i vicepresidenti designati Riek Machar (ex leader della fazione armata ribelle), Taban Deng Gai e Rebecca Nyandeng De Mabio, vedova del leader sud sudanese John Garang. Presenti inoltre i membri del Consiglio delle Chiese del Sud Sudan, con i predicatori del ritiro John Baptist Odama, arcivescovo di Gulu (Uganda), e il padre gesuita Agbonkhianmeghe Orobator, presidente della Conferenza dei Superiori Maggiori dell’Africa e Madagascar. Il presidente Kiir è giunta ieri a Roma dove è stato ricevuto dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a Palazzo Chigi.

La due giorni di preghiera giunge dopo che papa Francesco ha approvato la proposta presentata dall’arcivescovo di Canterbury di organizzare un ritiro spirituale in Vaticano, come confermato nei giorni scorsi direttore “ad interim” della Sala stampa vaticana, Alessandro Gisotti. “Questo evento, al tempo stesso ecumenico e diplomatico, è organizzato di comune accordo tra la segreteria di Stato e l’ufficio dell’arcivescovo di Canterbury, allo scopo di offrire da parte della Chiesa un’occasione proficua per la riflessione e la preghiera, nonché per l’incontro e la riconciliazione, in uno spirito di rispetto e di fiducia a coloro che in questo momento hanno la missione e la responsabilità di lavorare per un futuro di pace e di prosperità del popolo sud sudanese”, ha proseguito Gisotti. “In seguito, ai partecipanti al ritiro sarà consegnata la Bibbia firmata da papa Francesco, dall’arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, e dal reverendo John Chalmers, già moderatore della Chiesa presbiteriana di Scozia, con il messaggio ‘Ricerca ciò che unisce, supera ciò che divide’. Infine ai leader del Sud Sudan, i quali prenderanno l’impegno comune per la pace, verrà impartita la benedizione”, conclude la dichiarazione.

La visita in Vaticano della delegazione sud sudanese segue quella effettuata il mese scorso dal presidente Kiir, che lo scorso 16 marzo è stato ricevuto in udienza da papa Francesco il quale ha espresso “il desiderio che si verifichino le condizioni di una sua possibile visita in Sud Sudan, come segno di vicinanza alla popolazione e di incoraggiamento al processo di pace". In preparazione dell’incontro di domani, inoltre, dal 21 al 25 marzo scorsi il segretario della Santa Sede per i Rapporti con gli Stati, Paul Richard Gallagher, accompagnato da Mislav Hodzic (Officiale presso la sezione per i Rapporti con gli Stati), si è recato in visita in Sud Sudan dove ha incontrato lo stesso Kiir e i vescovi locali per dialogare sulla situazione creatasi nel paese, indipendente dal 2011, a seguito della guerra civile degli ultimi cinque anni. Il 12 settembre scorso Kiir e Machaar hanno firmato ad Addis Abeba il documento finale di rivitalizzazione dell’accordo di pace per porre fine al conflitto civile scoppiato nel dicembre 2013 e che ha provocato lo sfollamento di oltre 1,4 milioni di persone. (Res)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..