Esteri
Mostra l'articolo per intero...
 
I fatti del giorno - Africa sub-sahariana (3)
Roma , 18 apr 17:00 - (Agenzia Nova) - Sudan: arrestati due fratelli del presidente deposto Bashir - Il Consiglio militare di transizione in Sudan ha arrestato due fratelli del presidente destituito Omar al Bashir. Lo ha reso noto un portavoce del Consiglio citato dall’emittente satellitare “Al Arabiya”, secondo gli arresti fanno parte dell’ondata di arresti contro i “simboli del precedente regime”. Lo stesso portavoce ha aggiunto che le milizie irregolari collegate al Partito del congresso nazionale (Ncp) di Bashir sono state sottoposte al controllo dell'esercito e della polizia. Nel frattempo il presidente sud sudanese Salva Kiir si è offerto di contribuire a mediare nella transizione politica in atto in Sudan dopo la deposizione di Bashir. Lo ha reso noto in un comunicato l’ufficio della presidenza di Giuba, secondo cui Kiir si è detto pronto a sostenere le “aspirazioni democratiche” di Khartum e a contribuire a realizzare una transizione pacifica nel paese. “Il presidente si è offerto di mediare i negoziati in corso tra i vari gruppi in Sudan con la speranza che la nuova transizione inaugurerà una nuova era in Sudan”, si legge nella dichiarazione. L’annuncio giunge dopo che ieri il Consiglio militare di transizione (Tmc), Abdel Fattah al Burhan, ha ricevuto a Khartum una delegazione del Sud Sudan cui ha ribadito l’impegno del suo governo a sostenere le relazioni tra i due paesi. La delegazione sud sudanese, come riporta l’agenzia di stampa “Suna”, era guidata dal consigliere presidenziale per gli Affari della sicurezza, Tut Kew Gatluak, il quale ha consegnato ad Al Burhan una lettera firmata dal presidente Kiir. In passato era stato lo stesso Bashir a fare da mediatore nei colloqui di pace in Sud Sudan, la cui ultima versione è stata firmata nel settembre scorso. (segue) (Res)
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..