TURCHIA-USA
Mostra l'articolo per intero...
 
Turchia-Usa: sottosegretario ambasciata statunitense ad Ankara convocato da ministero Esteri (2)
Ankara, 09 ott 2017 12:09 - (Agenzia Nova) - L’ambasciata Usa in Turchia si è detta “profondamente irritata” dall’arresto e ha deprecato la fuga di notizie che imputa, riferisce il quotidiano "Wall Street Journal", a “fonti del governo Erdogan”. In particolare, l’impiegato deve render conto alla giustizia turca di aver legami con un ex procuratore e quattro ex capi di polizia turchi che nel 2013 condussero un’inchiesta sulla corruzione che avrebbe coinvolto alleati del presidente Erdogan. Secondo il governo turco, Feto avrebbe cercato di rendere pubblica l’indagine, un’accusa, precisa il “Wall Street Journal”, che Gulen respinge da sempre. Le trattative per l’estradizione di Gulen, che vive nello stato della Pennsylvania dal 1999, sono ferme dopo il tentativo, fallito, di scambio fatto nello scorso settembre. Erdogan si era detto disponibile a rilasciare un religioso statunitense, Andrew Brunson, in carcere da quasi un anno, per attività terroristiche, spionaggio in affiliazione con Feto. Accuse respinte sia dall’interessato, che dal governo Usa. (Tua)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..