MOLDOVA

 
 
 

Moldova: Blocco Acum pronto a discutere con socialisti per gruppo di lavoro congiunto

Chisinau, 16 apr 2019 13:34 - (Agenzia Nova) - Prosegue lo stallo sulla formazione di un governo in Moldova, sulla base dei risultati delle elezioni del 24 febbraio. In particolare, rimane pendente una risposta chiara da parte del Blocco Acum alla richiesta dei socialisti per la formazione di una coalizione di governo. "Il Blocco politico Acum è pronto per discutere con il Partito socialista della Moldova (Psmr) e propone di creare un gruppo di lavoro congiunto", hanno annunciato oggi i leader del Blocco politico Acum, Andrei Nastase e Maia Sandu, in una conferenza stampa. Il Blocco politico Acum propone la creazione di un gruppo di lavoro congiunto che possa portare avanti le varie discussioni. Il co-fondatore del Blocco, Andrei Nastase, ha detto anche che sarebbe stato utile organizzare presto una nuova sessione parlamentare. Il Blocco Acum ha frenato però sulla formazione di una coalizione e continua a chiedere "garanzie" dal Partito dei socialisti sul fatto non farà una coalizione con i partiti "oligarchici" in futuro.

Sandu e Nastase hanno fatto sapere che le elezioni anticipate "non sono un'opzione" e sarebbero dannose per i cittadini. Alla domanda se questi colloqui tra il Blocco Acum e il Psmr non violano il precedente impegno di non fare una coalizione con il Partito socialista e il Partito democratico, Sandu ha detto che non si sta parlando ancora di una coalizione ma che sono solo discussioni su bozze di legge. Nei giorni scorsi il Partito socialista della Moldova si è detto pronto a creare una maggioranza parlamentare con il Blocco politico Acum se accetterà le condizioni proposte. Il presidente moldavo Igor Dodon, vicino ai socialisti, ha dichiarato che, se non si arriverà ad un accordo, è pronto a organizzare elezioni parlamentari anticipate. "La posizione del Psmr è la seguente: siamo disponibili a creare un governo funzionante, non minoritario, se non succederà andremmo a elezioni anticipate. Durante la riunione del Consiglio nazionale non abbiamo discusso di una possibile alleanza con il Partito democratico (Pd)", ha detto Dodon.

Nei giorni scorsi, il partito dei socialisti ha avuto un incontro con il blocco politico Acum, ma questo si è concluso senza risultati. In seguito, i socialisti hanno annunciato che convocheranno il Congresso politico del partito, e poi presenteranno una decisione. La settimana scorsa, il Partito socialista ha fatto una dichiarazione sulle azioni del partito riguardanti una futura coalizione di governo. Si tratta di tre pacchetti di argomenti: il primo si riferisce alle iniziative legislative che prevedono l'annullamento della legge attraverso la quale il denaro sottratto negli scorsi anni al sistema bancario è stato trasformato in debito pubblico.

Si punta inoltre a conferire alla lingua russa lo statuto di lingua di comunicazione inter-etnica, ed alla cancellazione del disegno di legge chiamato "anti-propaganda" che vieta la trasmissione di programmi su questioni politiche e militari di una categoria di paesi che includono la Russia; si ribadisce inoltre la garanzia sulla neutralità e la non adesione alla Nato Il secondo pacchetto riguarda in particolare l'aumento dei poteri del presidente, incluso il controllo sui servizi d'intelligence. Infine, viene proposto l'attuale leader Zinaida Greceanii alla carica di presidente del Parlamento, nonché l'esigenza di assicurare il controllo nel governo sul ministero della Difesa e il ministero degli Esteri "Il Blocco politico Acum presenterà domani una risposta all'offerta del partito socialista", ha detto oggi il deputato del Blocco, Radu Marian per l'agenzia "Unimedia". (Moc)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE