LIBIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Libia: ministro Esteri del Qatar Al Thani a "la Repubblica", basta giri di parole, si dica che Haftar è l'aggressore (3)
Roma, 16 apr 09:46 - (Agenzia Nova) - "A me preme dire una cosa sola. Che qualsiasi tentativo di giocare in ordine sparso odi trasformare la Libia in un terreno di scontro per l'influenza su quel Paese è destinato ad alimentare il caos. E del caos libico non pagherebbero il conto la sola Italia, o la Francia. Ma l'Europa intera. Dico di più. Il caos è l'incubatore di una possibile ripresa del terrorismo islamista nella regione". Non è un segreto - aggiunge - che la guerra e l'instabilità siano il contesto di elezione di ogni spinta terroristica. E' sufficiente osservare cosa era Bengasi prima del 2014. E cosa è diventata dopo: rifugio di centinaia di militanti dell'Isis. "Noi appoggiamo il governo di Tripoli di cui è al momento Presidente Sarraj perché questa è la soluzione che è stata raggiunta in seno alle Nazioni Unite e siamo per il rispetto del diritto internazionale. Perché riteniamo che la destabilizzazione della Libia abbia ripercussioni nell'intera regione, Golfo compreso", ha concluso Al Thani. (Res)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..