SUDAN
Mostra l'articolo per intero...
 
Sudan: Partito del congresso popolare chiede scioglimento servizi di intelligence (2)
Khartum, 16 apr 10:33 - (Agenzia Nova) - Al Haj ha quindi rivolto un appello ai paesi arabi chiedendo che qualsiasi sostegno al Sudan in questo frangente sia “libero e senza condizioni” e ha invitato loro a non interferire negli affari interni del Sudan, sottolineando che “alcuni paesi” hanno un problema con l'Islam politico, con chiaro riferimento all'Arabia Saudita e agli Emirati Arabi Uniti. “Non siamo nell'organizzazione internazionale (dei Fratelli musulmani) e non siamo fedeli a nessuno: noi in Sudan abbiamo il nostro approccio e il nostro modo e siamo impegnati nelle convenzioni internazionali nelle nostre relazioni con altri paesi”, ha affermato. Le dichiarazioni di Al Haj giungono dopo le dichiarazioni di sostegno dell'Arabia Saudita, degli Emirati Arabi Uniti e del Qatar. Ieri il capo del Consiglio militare transitorio, Abdel Fattah al Burhan, ha ricevuto telefonate dal re saudita Salman, dal presidente emiratino Sheikh Khalifa bin Zayed al Nahyan e dall'emiro del Qatar, Tamim bin Hamad al Thani, oltre che dal dal primo ministro etiope e dal presidente sud sudanese, Salva Kiir, i quali hanno espresso il loro sostegno al Consiglio militare e la loro preoccupazione per la sicurezza e la stabilità del paese, come riporta l’agenzia di stampa ufficiale sudanese “Suna”. (segue) (Res)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..