GIAPPONE
Mostra l'articolo per intero...
 
Giappone: nuovi capi d’imputazione in arrivo per Ghosn (5)
Tokyo, 19 apr 12:44 - (Agenzia Nova) - Quest’accusa pare riflettere i malumori espressi dagli azionisti della casa automobilistica giapponese durante l’assemblea straordinaria di lunedì, 8 marzo. Gli azionisti hanno sollecitato la dirigenza dell’azienda giapponese a presentare un piano strategico coerente per il futuro, durante l’assemblea che è culminata proprio nell’espulsione di Ghosn dal consiglio di amministrazione aziendale. Il costruttore di automobili giapponese fatica a lasciarsi le spalle il caos generato dall’arresto di Ghosn, lo scorso novembre, che ha causato un danno di 2,6 miliardi di dollari alla capitalizzazione di mercato dell’azienda, mentre competitori come Toyota e Daimpler hanno visto crescere le proprie. Gli investitori iniziano a dubitare che Nissan sia in grado di tenere il passo di un’industria in rapido mutamento. L’ad e presidente ad interim di Nissan, Hiroto Saikawa, ha offerto agli azionisti “profonde scuse” per lo scandalo dei mesi scorsi, ma in assenza di visioni propositive, le sue parole sembrano aver alimentato il malcontento. La figura dello stesso Saikawa appare sempre più controversa tra gli azionisti: alcuni gli imputano di essere stato ritenuto a lungo un “protetto” di Ghosn; altri affermano che la sua presenza ai vertici dell’azienda durante le gravi irregolarità finanziarie imputate all’ex presidente dovrebbe comportare anche le sue dimissioni. (segue) (Git)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..