NIGERIA
 
Nigeria: accordo Shell-Eni, Alta corte Abuja spicca mandati d'arresto
Abuja, 18 apr 08:30 - (Agenzia Nova) - Una corte della Nigeria ha ordinato l'arresto di due ex ministri del paese e altre figure sospettate di pagamenti illegali nell'ambito del piano di acquisizione del giacimento petrolifero di Malabu, uno dei più vasti di quel paese africano. L'ex ministro della Giustizia e procuratore generale Mohammed Adoke, l'x ministro del Petrolio Dan Etete e cinque cittadini stranieri coinvolti nell'acquisizione della licenza di prospezione 245 di Malabu, risultano ricercati dopo l'emissione di mandati d'arresto dell'Alta corte federale di Abuja. Tra le persone fisiche e giuridiche accusate di irregolarità nell'ambito dell'affare figurano anche le compagnie petrolifere Royal Dutch Shell ed Eni, che avrebbero appianato in maniera impropria la disputa relativa all'ottenimento della concessione. Entrambe le aziende hanno negato ogni addebito nell'ambito di procedimenti giudiziari in Nigeria e in Italia. (Res)
 
 
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..